Viaggio nel deserto marocchino: Salè

Salè

Salé non è una città caotica affollata dal turismo di massa, è un luogo tranquillo con le sue piazzette ombreggiate da alberi secolari che circondano le case in stile mediorientale, gode della vista sull’oceano, qui regna indiscussa la calma ed il silenzio.

Un tempo era un fiorente centro commerciale, vista la vicinanza con il mare, all’interno delle sue alte mura difensive si trova il vero cuore della città.

Attraversando la Bab Lek hmiss, ovvero una delle porte di accesso, si respira tutta la cultura araba e si conosce la vita quotidiana degli abitanti della Medina, con i suoi tortuosi vicoli, le case con le mura prive di finestre e le strette vie, lungo le quali si trovano le botteghe degli artigiani, che espongono le loro innumerevoli mercanzie.

Al centro spicca maestoso il Santuario di Zwiya di Sidi Abdallah Ben Hassoun, il protettore della città, nelle vicinanze si può ammirare la Medersa di Abu al-Hassan, con la sua architettura merlettata e la Grande Moschea.

Uscendo dal centro storico sorge un piccolo cimitero islamico, con vista sul mare, che partendo da una piccola collina scende fino alla riva, caratteristiche con le sue tante file disordinate di piccole e colorate lapidi, proseguendo si può ammirare l’esterno del Santuario Koubba di Sidi Ben Ashir at-Taleb, che come quasi tutte la chiese islamiche vieta l’ingresso a coloro che non sono musulmani.

Caratteristico il piccolo porto con le barche colorate dei pescatori, gli amanti del mare possono rilassarsi su Playa de Salé, una spiaggia dorata che si protende verso l’oceano con le sue acque limpide e cristalline, è un posto poco affollato e molto amato dai turisti, che scelgono questa destinazione. Per un viaggio nel deserto del Sahara vi consigliamo il portale MamoTravel, che offre pacchetti personalizzati ed a prezzo contenuto: controlla le offerte qui!

Potrebbero interessarti anche...