Commercio dopo il Covid 19

Il Covid 19 ha costretto milioni di persone in tutto il mondo a modificare le proprie abitudini di vita, restando di più in casa ed uscire solo per pochi e specifici motivi, una delle abitudini giornaliere come fare la spesa di qualsiasi genere, oggi ha un volto del tutto diverso.

Con la chiusura di gran parte delle attività, dai piccoli negozi alle grandi catene, tranne per gli alimentari ed i farmaci, si è registrata una forte ascesa ed un rafforzamento dell’e-commerce, canale digitale sfruttato sia dai commercianti dei negozi fisici, che dai consumatori.

Le vendite on line hanno registrato un notevole incremento, coloro che già lo utilizzavano lo fanno sempre più spesso, mentre i nuovo acquirenti hanno scoperto un metodo diverso di fare acquisti, restando comodamente in casa, senza dover fare interminabili file, per poi scoprire che il prodotto che cercavano era esaurito, ma soprattutto senza la paura di un probabile contagio.

Unica pecca è data dai tempi di consegna che si sono un po’ allungati, infatti anche le grandi catene di distribuzione organizzata, non preparate ad un così elevato numero di richieste, hanno faticato non poco a far fronte a tutte le domande.

Anche le piccole attività complici i social network o le piattaforme di messaggistica, hanno trovato un mezzo interessante e diretto, per raggiungere i clienti e mettersi in contatto con loro, per offrire i propri prodotti in un negozio virtuale.

Probabilmente alla fine di questa quarantena non solo cambierà il mondo del commercio, ma anche le diverse forme di pagamento, molto più veloci e sicure, magari con le app o con contactless.

Potrebbero interessarti anche...