Revisione auto: a chi rivolgersi, come farla

Cos’è la revisione auto? Quando bisogna farla? Dove farla? La revisione auto è un controllo periodico che ogni automobilista deve obbligatoriamente effettuare, la prima volta a 4 anni dalla prima immatricolazione dell’automobile ed in seguito ogni 2 anni. Lo scopo della revisione è verificare il corretto funzionamento di tutti gli organi meccanici che possono influire sulla sicurezza del mezzo. Vengono controllate la conformità delle gomme alle prescrizioni del codice della strada, il corretto funzionamento e l’efficienza dei fari e delle luci di segnalazione, l’efficienza dell’impianto frenante, il corretto funzionamento delle sospensioni e dello sterzo, e l’efficienza degli altri dispositivi di sicurezza, come ad esempio le cinture di sicurezza.

Lo scopo della revisione auto è anche di verificare la conformità della nostra vettura alle norme anti inquinamento: viene verificata la rumorosità del motore e attraverso una macchina apposita viene analizzata la composizione dei gas di scarico. Le emissioni inquinanti devono risultare conformi alle normative in vigore all’epoca della costruzione dell’auto.

Non si tratta ovviamente solo di un obbligo di legge: una vettura in perfetta efficienza è una vettura sicura per noi e per chi ci circonda. Inoltre l’inefficienza delle gomme, o delle sospensioni, e la stessa inefficienza della combustione nel motore, finiamo per pagarle a caro prezzo in termini di maggiori consumi di carburante e di precoce usura degli organi meccanici.

La revisione auto va fatta presso gli uffici della motorizzazione civile, oppure, se si vogliono evitare code, presso le officine autorizzate. E’ possibile cliccare su questo link per un preventivo revisione auto presso l’officina autorizzata più vicina a dove abitiamo. Per evitare brutte sorprese in sede di revisione, può essere consigliabile fare un controllo preventivo dei vari organi meccanici soggetti a controllo, come per esempio lo stato dei pneumatici e dell’impianto frenante. Quanto ai gas di scarico, una controllata alla regolarità di funzionamento del motore dovrebbe essere sufficiente a farci rientrare nelle norme, a meno di improbabili guasti ed inefficienze più profondi.

Ricordiamo che la mancata conformità della vettura può risolversi in un richiamo, da effettuare entro un mese, per difetti lievi e facilmente rimediabili, e nei casi più gravi nella sospensione della carta di circolazione, per cui l’auto può solo essere guidata, sotto i 40 kilometri orari, fino al nostro meccanico, ed in seguito alle riparazioni, solo il giorno della successiva revisione, sempre sotto i 40 kilometri orari.

Potrebbero interessarti anche...